Autosufficienza alimentare, ancora ostacoli

Il Governo ha annunciato, nei giorni scorsi, che il Paese è vicino all’autosufficienza alimentare; e ciò grazie a un accordo con una grande azienda degli Emirati arabi uniti, che si occupa di produzione agricola su larga scala. In particolare, si tratterebbe di creare un moderno centro di produzione – su un’area di 600 chilometri quadrati – localizzato proprio in una delle zone più isolate e “dimenticate” della Grande terra. Si tratta effettivamente di una necessità, se si tiene conto che, nell’arco del 2019, si è importato ben 350mila tonnellate di riso. Il ministro dell’Agricoltura, Lucien Ranarivelo, ha dichiarato al riguardo: «L’obiettivo di questo progetto è produrre la maggior parte, se non tutte, di queste 350mila tonnellate di riso bianco. In modo che il Madagascar cessi di importare riso, e raggiunga l’autosufficienza di questo cereale entro la fine del mandato del Governo».

I più critici hanno però rilevato che questa grande locazione di terreni potrebbe produrre anche alimenti destinati all’esportazione: l’eventualità è stata in seguito esclusa dal presidente, ma inizialmente prevista dal citato titolare dell’Agricoltura. La notizia può alleviare i malumori del mondo produttivo, scosso dalle pessime notizie riguardanti il settore della pesca. Risulta, infatti, che le entrate del comparto ittico, nel 2019, si siano dimezzate rispetto all’anno precedente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...