Crisi alimentare in Madagascar, la più oscurata dai media

La crisi umanitaria alimentare – dovuta prevalentemente alla siccità – che nel 2019 ha colpito il Sud del Madagascar, fa finalmente notizia. Sì perché, secondo l’organizzazione non governativa (ong) Care, si è trattato dell’evento catastrofico più oscurato dai media, nel 2019. Sono quattro anni che l’ong pubblica il rapporto Suffering in silence, che elenca le dieci crisi umanitarie (anche conflitti) più trascurate dai mezzi di comunicazione, in rapporto ovviamente alla dannosità dell’evento. Nove delle dieci crisi meno pubblicizzate – e passate di fatto in silenzio – hanno avuto luogo in Africa, mentre l’altra nella Corea del Nord. Per Philippe Levêque, direttore di Care Francia, il ranking si spiega con la tendenza dei media a coprire in prevalenza i conflitti armati, trascurando invece le crisi dovute alla diminuzione delle risorse naturali.

 

Ad esempio, quelle che sono causate dal riscaldamento globale. Così si osserva che mentre la crisi malgascia è stata menzionata 612 volte (la locale siccità ha colpito oltre due milioni e mezzo di persone), la guerra in Siria è apparsa in 425mila articoli. L’Alto commissario delle Nazioni unite, Filippo Grandi, ha affermato che esiste un legame diretto tra l’attenzione dei media e i fondi assegnati agli aiuti umanitari: «I media svolgono un ruolo essenziale nel richiamare l’attenzione pubblica sulle crisi dimenticate e trascurate».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...