2023, al via l’ospedale per trapianti (fra troppe fake news)

Giunge dalla Grande Île una notizia su un tema delicato come la salute: entro il 2023 sarà costruito un ospedale specializzato nel trapianto degli organi. La decisione è del Consiglio dei Ministri. Intanto uno specifico comitato – costituito da medici, scienziati ed esperti in questioni etiche – è al lavoro per la predisposizione del relativo progetto di legge. Il documento sarà poi presentato al ministro della Sanità pubblica, Julio Rakotonirina, che lo sottoporrà al Governo nella sua collegialità. Infine si aprirà la fase parlamentare, con l’approvazione – si spera scontata – da parte di Assemblea nazionale e Senato. «Questo è un ospedale specializzato che consentirà di eseguire trapianti di organi nel nostro Paese. Un gran numero di pazienti che hanno bisogno di un trapianto di organi sono costretti a uscire: la sostituzione di un organo danneggiato, come fegato o reni, qui non può essere eseguita. Il costo delle trasferte mediche è molto alto», ha detto il ministro, che pone l’accento sull’insostenibilità dei costi dei «viaggi della speranza».

 

Il disegno di legge ha però alimentato di nuovo voci incontrollate sul traffico di organi nel Paese. Il ministro ha comunque assicurato: «Prima di ogni trapianto, ci sono condizioni mediche, chirurgiche e biologiche da considerare. Il traffico di organi è impossibile in Madagascar, per la complessità delle condizioni di conservazione».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...