2019, in crescita i casi di malaria

I dati provenienti dal Madagascar sono chiari: da ottobre 2019 sino a questo piovoso gennaio, i casi di malaria sono in aumento. I numeri di dicembre e gennaio non sono definitivi ma Manitra Rakotondravony, funzionario ministeriale, segnala come il numero delle infezioni abbia superato la media della stagione delle piogge (la più pericolosa), elaborata tra il 2014 e il 2018. A suo giudizio, «le inondazioni nella parte meridionale del Madagascar hanno favorito la deposizione di zanzare portatrici di malaria e causato una rapida trasmissione». Non si deve però cedere agli allarmismi, come spiega l’autore del portale “My Madagascar”, Giorgio Maggioni.

 

«Uno dei problemi che hanno i turisti quando scelgono una meta come il Madagascar è la malaria; spesso, non conoscendo la malattia, immaginano che qui la gente muoia a grappoli per la malaria, che la malaria in Madagascar si prenda facilmente e che la malaria non sia curabile. Analizziamo i preconcetti punto per punto: a parte la malaria cerebrale data dal plasmodio falciparum, difficilmente qualcuno è mai morto di malaria in presenza di un qualsiasi antipiretico se già non aveva un quadro clinico compromesso o se si trattasse di bambini o anziani deboli; in tutto il mondo con la malaria si vive e chi trova la morte è per la gran parte gente che abita lontanissima da strutture sanitarie o anche dall’accesso a un minimo di medicine».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...