Isole Sparse, continua la contesa con la Francia

Il Madagascar si è lanciato in una crociata patriottica – va da sé contro la Francia – per la rivendicazione delle Isole Sparse dell’oceano Indiano, (le Îles Éparses de l’océan Indien). Sono isolotti privi di popolazione autoctona, a qualche decina – o al massimo centinaia – di chilometri dal Paese insulare. Si stratta di Tromelin – rivendicato da Mauritius – di Bassas da India, Europa, Gloriose e Juan de Nova: questi ultimi quattro sono bramati dagli africani. Un momento prima dell’indipendenza malgascia, la madrepatria vide di bene di scorporarle dalla colonia, e di assoggettarsele. In nome della grandeur – e di più prosaiche ragioni economiche legate allo sfruttamento dei mari adiacenti, ricchi d’idrocarburi – la Francia ha sinora respinto con decisione le pretese territoriali del popolo malgascio, (ed anche quelle analoghe, detto per amor di precisione, provenienti da Comore, Seychelles e Mauritius).

 

In questi ultimi tempi però le rivendicazioni di Antananarivo si sono fatte più intense, nonostante Parigi mantenga sull’arcipelago una guarnigione militare. Quando il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato su Twitter, la creazione su di esse di una stazione scientifica per studiare gli oceani e il clima, apriti cielo. Intanto il presidente Andry Rajoelina, sul tema ha promosso un summit interno, che ha rimarcato la volontà nazionale di pretendere questi territori.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...